Luca Mascaro .info - Design, User Experience and Innovation


Sezioni del sito


Contatti veloci VCARD

Telefono: 0041 79 375 83 85
E-mail: info@lucamascaro.info
Skype: lucamascaro Il mio stato su skype

View Luca Mascaro's profile on LinkedIn


Blog

Il mio diario online dove tratto con regolarità tematiche legate alla progettazione dell'esperienza utente, la strategia di concezione e realizzazione legate in particolar modo ad applicazioni web innovative (web 2.0 mia definizione)

26 aprile 2007

Perchè uso Twitter?

Accolgo l'invito di Nicola ad esprimermi sul mio uso personale di twitter, che nel caso (perdonate il giro di parole) uso abbastanza per comunicare eventi particolari che intervengono durante le mie giornate, perchè? Principalmente perchè credo che twitter sia un'aggregatore sociale tra me e i miei amici, sia che seguo sia che mi seguono.

Infatti capita spesso che attraverso delle twitterate arrivino spunti o provochi domande in chi mi segue che poi fanno scaturire discussioni in chat e mail. Questo da un certo punto di vista mi provoca una perdita di tempo, però spesso mi porta a delle riflessioni e dei dibattiti profondi che mi fanno crescere personalmente, professionalmente e soprattutto con le persone amiche che conosco tramite il web.

Questa può essere una spiegazione semplicistica ma di fatto è come io vivo twitter. Lascio dunque la palla ad Alberto e Alberto per conoscere la loro opinione in merito.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 18:05
0 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

Quale processo per ideare e progettare con gli utenti il web 2.0? discussione sulla sfida dell'UXD

Uno dei temi caldi nel mondo della progettazione in questo periodo è quello sull'adeguatezza dei processi di progettazione centrata sugli utenti in confronto del web 2.0 su cui non sempre un'approccio tradizionale sembra essere adeguato e dove c'è chi, come Rashmi Sinha, propone metodi completamente alternativi all'UCD tradizionale che però non sembrano idonei quando si parla di enterprise 2.0 o applicazioni web gestionali ...

Il tema è complesso e lo espanderò in un mio post che uscirà domani sul blog di Web2Oltre, nel frattempo lanciavo questo post per dire che sabato mi piacerebbe aprire una discussione in merito allo ZenaCamp istituendo una presentazione/discussione dal titolo "Quale processo per ideare e progettare con gli utenti il web 2.0? discussione sulla sfida dell'UXD", siete tutti invitati a partecipare ;)

Update: ecco il post su web2.Oltre

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 17:21
2 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

8 aprile 2007

web2oltre: il successo della semplicità

A giugno si terrà a a Milano web2Oltre, una conferenza dedicata al mondo del business sul web 2.0, conferenza in cui la mia azienda presenterà tra l'altro i propri servizi.

Volevo segnalare oltre che la conferenza anche un mio post riflessivo sul blog della stessa dove riprendo una dichiarazione fatta da uno dei fondatori di Google, Sergey Brin, per CNN Money dove indicava come la semplicità dei prodotti fosse la chiave del futuro successo di un azienda come la sua.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 15:58
3 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

2 aprile 2007

RItaliaCamp: i miei scenari

Volevo rilanciare e discutere i tre scenari che ho proposto sabato al RItaliaCamp (prima di dovermene andare :( )

Scenario 1: un turista americano vuole andare in vacanza in Italia ma non conosce l'italiano dunque è alla ricerca di contatti locali che parlino inglese e lo possano consigliare / supportare.
Scenario 2: lo stesso turista, trovato un contatto italiano, decide di partire per l'italia però vorrebbe vivere quest'avventura con altre persone americane (viaggio di gruppo, non organizzato) con cui potrebbe in seguito alla vacanza interlaciare dei rapporti e chiaramente dividere anche le spese.

Riflessione a questo punto: secondo me un portale del turismo ideale dovrebbe abilitare l'opportunità di mettere in contatto le persone indigene e straniere della stessa lingua o con le stesse passioni permettendo così di creare nuovi contatti personali in tutto il mondo, contatti che negli anni possono mantenere una certa frequenza turistica verso determinati luoghi dove si sa di trovare dei conoscenti.

Scenario 3: Il turista americano una volta arrivato in Italia si affida alla migliore guida turistica possibile, l'indigeno del luogo, che lo porta "a spasso" per la città/paese/regione facendogli scoprire una quantità immane di aneddoti e curiosità. L'opportunità di visitare i vari luoghi e dunque "delegata" in parte all'amico italiano.

Riflessione: sempre secondo me il portale ideale dovrebbe sfruttare la conoscenza dei cittadini dei singoli ruoli per fare emergere il vero valore di un luogo. Se questo meccanismo virtuoso si instaurerebbe, per esempio con una wiki, si otterrebbe un effetto fenomenale di concorrenza tra i luoghi a livello contenutistico facendo così in teoria aumentare esponenzialmente la qualità degli stessi.

Che ne pensate?

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 11:23
9 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima



Resta aggiornato!

Rimani sempre aggiornato su questo blog tramite i Feed RSS

Cosa sono e come posso usarli i feed rss?

oppure resta aggiornato tramite mail

Inserisci il tuo indirizzo email:

Servizio offerto da FeedBurner



follow lucamascaro at http://twitter.com