Luca Mascaro .info - Design, User Experience and Innovation


Sezioni del sito


Contatti veloci VCARD

Telefono: 0041 79 375 83 85
E-mail: info@lucamascaro.info
Skype: lucamascaro Il mio stato su skype

View Luca Mascaro's profile on LinkedIn


Blog

Il mio diario online dove tratto con regolarità tematiche legate alla progettazione dell'esperienza utente, la strategia di concezione e realizzazione legate in particolar modo ad applicazioni web innovative (web 2.0 mia definizione)

28 dicembre 2007

Google sperimenta nuove interfacce in cina... normale è una questione culturale


Stamattina leggendo questo post di Napolux mi sono reso conto di come molte persone alle nostre latitudini e longitudini ragionano quasi unicamente per schemi di bellezza e non per schemi di semplicità d'uso per le varie culture.

Dico questo perchè in questo caso specifico non è una questione di figa e non figa ma di utenti. Gli utenti cinesi non si trovano a proprio agio con l'interfaccia più semplice e grezza con cui ci siamo abituati e di fronte a test d'usabilità e ricerche etnografiche google già in passato si è trovato a dover differenziare il design per le varie culture.



Un altro esempio storico è la versione coreana di google che comprende direttamente un iconografia e una legenda senza le quali gli utenti locali non riuscirebbero ad usarlo.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 10:23
5 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

16 dicembre 2007

Swisscom: quando i tempi richiedono un'evoluzione al brand


Oggi sfogliando alcuni quotidiani ho notato la notizia che Swisscom, la più grande società di telecomunicazioni Svizzera ma presente in svariati mercati europei, cambia il suo brand adattandolo ai tempi.

Questo adattamento è probabilmente spinto dal fatto che da semplice fornitore di servizi di rete swisscom si è sempre più portata nel segmento dei servizi a valore aggiunto agli utenti finali su Mobile, TV e internet mantenendo però storicamente i tratti corporate di una società telco.

È dunque logico che il vecchio brand stesse stretto al packaging di alcuni nuovi prodotti (come napster o live) che richiedono sicuramente identità più divertenti, fresche ed in movimento (infatti il nuovo brand si basa proprio su questo concetto).

Però... si c'è un però... questa sera a cena ho provato a presentare il nuovo logo a mio padre, affezionato cliente di swisscom da più di 40 anni (ok prima il nome era ppt ma l'azienda è la stessa) che al guardarlo mi ha fatto una riflessione su come non rappresentasse più la svizzera, non sembrasse più una società seria ne sembrasse rappresentare una società di telecomunicazioni.

A mio vedere questa mossa percorre i tempi portando però con se notevoli rischi di disaffezione e smarrimento dell'identità verso alcune generazioni di utenti, ma secondo voi come è stata questa mossa?

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 21:16
5 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

Incoraggiare le persone a contribuire alla conoscenza

"Encouraging people to contribute knowledge" sembra la mission di un'azienda che promuova la cultura ed invece è il titolo con cui Google ha annunciato Knol, uno strumento aperto che dovrebbe aiutare le persone a creare, documentare, condividere, raffinare, incoraggiare, promuovere, ecc.. la conoscenza.



In molti in queste ore l'anno paragonato a Wikipedia per via dei fini ma da quello che viene descritto sui blog ufficiali di google e dalle prime screenshoots si intuisce che è qualcosa di più che una banale copia basata su wiki.

Infatti si delineano caratteristiche di rating, di community, di quality score, di QA, di gestione strutturata delle reference (pare integrata anche con google books), di forte concentrazione sulla reputazione delle persone che andranno a contribuire ma soprattutto sono due le caratteristiche delineate che mi fanno letteralmente dire che potrebbe essere un prodotto di gran lunga superiore a Wikipedia.

Google nelle varie descrizioni ha messo l'accento in più punti al fatto che gli utenti verranno pesantemente coinvolti anche nelle attività di classificazione e organizzazione della conoscenza e che questa conoscenza sarà a sua volta messa in relazione con tutta l'informazione globale (cosa che google sa fare molto bene), entrambe caratteristiche molto deboli in Wikipedia.

Staremo a vedere.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 14:56
4 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

Il vantaggio di microsoft nelle interfacce tattili

Microsoft negli ultimi due anni ha mostrato più di una volta di voler competere con apple, philips e altri player a realizzare interfacce tattili single e multi-touch sia dal punto di vista hardware sia da quello software.

Durante l'ultimo le web è stato esplicita la direzione intrapresa in quanto secondo Shahram Izadi l'unico modo per fare evolvere l'interazione uomo-macchina nei suoi paradigmi è identificare nuove forme di I/O (Input / Output) e ha dunque presentato il lavoro fatto su Surface (basato su proiezione) e su ThinSight (basato su LCD + infrarossi).

Non è mia intenzione in questo post entrare nel merito tecnologico di questi due prodotti ma mi voglio porre una domanda: qual'è il vantaggio competitivo o l'idea geniale di questi ultimi in confronto della concorrenza?

Questa a mio vedere è la domanda fondamentale a cui dobbiamo dare una risposta oggi per comprendere come sarà il mercato domani. Infatti oggi la tecnologia multi-touch sembra oramai alla portata di tutti specialmente grazie ad apple, che tra l'altro sembra avere una storia industriale in merito più solida ed una tecnologia molto più precisa, dunque cosa ci dovrebbe fare scegliere Microsoft?



La risposta a mio vedere si delinea quando si confrontano i vari prodotti nelle loro caratteristiche, infatti i prodotti Apple sembrano essere pensati per essere usati unicamente dalla mano umana per fare anche lavori di precisione ma quasi sempre a scopo personale mentre i prodotti Microsoft si stanno delinando (anche grazie all'uso della tecnologia IR che distingue fonti biologiche o fisiche diverse grazie alla temperatura) per essere utilizzati da due o più persone differenti ma anche da oggetti fisici che possono interagire con il prodotto o tra di loro.

Si delinea dunque un futuro per i prodotti Microsoft molto più localizzato dentro i locali comuni di casa o in spazi pubblici dove più persone possono interagire tra di loro o far interagire alcuni dei loro oggetti formando così delle piattaforme sociali anche per gli oggetti connessi sognati da Sterling.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 12:02
0 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

14 dicembre 2007

Le web 3: spunti di viaggio


Ho passato l'ultima settimana a seguire le web 3, un po' per trovare spunti interessanti che mi potessero arricchire e un po' per promuovere e discutere Dixero e Sketchin. A differenza di altre volte ho scelto di non coprire la conferenza con un live blogging minuto per minuto, anche perché ero sicuro che l'avrebbero fatto in molti.

Quello che però voglio riportare su queste pagine è un elenco di spunti che hanno deformato o consolidato il mio pensiero apportando qualcosa alla mia professione:
  • Twitter nasce come blogger depotenziato, il lavoro di sviluppo delle specifiche è andato a ritroso da quelle di Blogger per poi aggiungervi le caratteristiche di mobilità
  • Una citazione ignota di Tantek
  • Il principale vantaggio di introdurre delle API è quello di abilitare la nascita di un ecosistema da cui poi attrarre feature interessanti
  • La comunicazione sociale e la collaborazione sociale sono due cose estremamente differenti
  • Le interfacce utente negli ultimi 30 anni anno utilizzato sempre le stesse primitive basilari, quello su cui si è lavorato è farle diventare più sexy.... oggi però abbiamo raggiunto i limiti di questa evoluzione e cerchiamo nuove metafore nell'interazione fisica
  • il 95% dei prodotti introdotti sul mercato sono inutili o futili ma non per questo destinati a fallire
Questo è quanto mi ha più toccato, a parte questo devo ringraziare dafne, luca, luca, stefano, alessio, nicola, livia, alberto, zoro per la compagnia durante queste dure giornate che posso condividere in parte anche con voi grazie a sartoni

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 16:01
0 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

9 dicembre 2007

Arriva Dixero, il nuovo modo di fruire la blogosfera e il web


Circa tre mesi fa sono arrivati nel mio ufficio due investitori/imprenditori internazionali che, data la loro esperienza pluriennale sul mondo dei servizi TSS, avevano una visione: portare verso il basso questa tecnologia "hard" abilitando nuove forme di fruizione per tutti i contenuti web.

Partendo da questo spunto e da alcuni assunti tecnologici abbiamo iniziato a lavorare intensamente (praticamente quasi tre mesi full-time cinque persone) su utenti e scenari a livello internazionale (da utenti anglo-americani, a quelli centro-est europei fino a cina, korea e giappone) cercando di comprendere quale potesse essere una nuova esperienza d'uso da offrire agli stessi.

Dalla ricerca sono emersi alcuni assunti e una marea di idee tra cui una spiccava: abilitare gli utenti a portarsi sempre dietro i contenuti web in una forma "leggera" da fruire!

L'evoluzione di questa idea è oggi Dixero, un nuovo servizio web 2.0 gratuito che implementa una nuova esperienza d'uso per tutti quei contenuti web, in particolare quelli dei blog, veicolati e diffusi dai feed RSS.

Infatti Dixero abilita gli utenti ad aggregare i propri feed preferiti (senza comunque pretendere di essere un aggregatore, infatti prevederà funzionalità di sincronizzazione con il vostro aggregatore preferito ;) in canali podcast, trasformando dunque i vari post in file mp3 con le vostre voci preferite!

Questo meccanismo di funzionamento porta, a mio vedere, forti spunti di innovazione in quanto tende a creare scenari in cui vengono risolti dei problemi o create nuove esperienze quotidiane come:
  • Molte persone hanno il problema di aver ogni giorno troppi feed da leggere, con un relativo stress che spesso sfocia in frustrazione. Questo avviene perchè nonostante la lettura permetta la scansione visiva dei titoli, dunque una selezione, richiede comunque la completa attenzione dell'utente nello svolgere il compito. Dixero permette invece di fruire di tutte le notizie in una forma più leggera (di sottofondo) ed solo in caso di reale interesse prende tutta l'attenzione dell'utente!
  • Ci sono diversi momenti della giornata in cui non siamo connessi alla rete ma che magari vorremmo comunque sfruttare per restare aggiornati, approfondire o studiare. Parlo di quei momenti in cui si è in palestra, si stà facendo jogging o si è in metropolitana. I canali di Dixero possono invece essere scaricati sul proprio iPod o lettore mp3 e poi fruiti in qualunque momento, tra l'altro con la voce che più ci aggrada!
Dunque non resta che provarlo attraverso un canale "tecnologia" che abbiamo preparato aggregando i più famosi blog inglesi di gadget e tecnologia, aspettando così l'apertura ufficiale che sarà il 15 di gennaio.

ps: per l'apertura potete già richiedere un invito su www.dixero.com ;)

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 09:30
5 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

7 dicembre 2007

Sketchin office lib dup

Si... eravamo stati richiamati a farlo... ho avuto il coraggio di farlo... e l'abbiamo fatto... anche sketchin ha il suo OfficeLipDub in risposta all'iniziativa creativa originale... spero vi divertiate :)


Hard work in Switzerland from Sketchin on Vimeo.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 09:32
10 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

6 dicembre 2007

Sketchin cerca utenti per testare MTV.it

Il team di Sketchin negli ultimi giorni sta collaborando con il team di MTV Italia per effettuare una serie di test d'usabilità sul sito MTV.it che aiuteranno il loro team a migliorarne l'usabilità e l'esperienza d'uso in generale.

Per l'occasione abbiamo iniziato a cercare blogger e utenti attivi della grande rete tra i 15 e i 28 anni che siano interessati a partecipare ai test d'usabilità nelle giornate di martedì 18 e mercoledì 19 dicembre a Milano in zona Duomo.

La disponibilità richiesta è di circa un ora ed è comunque offerto un piccolo compenso per ringraziare della disponibilità.

Per maggiori informazioni potete anche guardare la richiesta ufficiale sul blog di sketchin o se siete interessati segnalare la vostra disponibilità a Piero tramite mail indicando nella mail anche nome, età, eventuali community di appartenenza e un contatto telefonico.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 18:54
2 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

4 dicembre 2007

Listen icons un icona standard e libera per i servizi basati su audio/voce



Con il team di sketchin negli ultimi tempi ci siamo resi conto di un certo disordine nell'offrire un iconografia chiara e semplice per tutti quei servizi online che si fondano sul contenuto audio o voce.

In particolare abbiamo notato come quasi tutte le grandi testate editoriali internazionali offrono da parte di differenti player i propri contenuti in forma vocalizzata attraverso tecnologie TTS attraverso dei bottoni/link/banner di avvio del servizio completamente differenti nella forma, metafore, colori portando così una forte inusabilità e inaccessibilità verso dei pubblici sensibili.

Per questo motivo, sull'onda dell'iniziativa feedicon, abbiamo deciso di progettare un icona chiara nelle metafore e testata su dei pubblici sensibili come i disabili che si ponga come base standard per tutti i player di servizi TTS, ma più in generale per chiunque (programmatori, aziende, designer, webdesigner, ....) debba integrare (linkando e non) tecnologie basate su audio e voce.

Questa nuova icona che abbiamo chiamato Listen icons abbiamo deciso di distribuirla in forma completamente gratuita e sotto creative commons by-sa dunque utilizzabile e modificabile liberamente da chiunque.

La sfida ora è quella di distribuire e diffondere quest'icona facendo pressione dal basso, sperando dunque in un vostro sensibile contributo anche in più lingue che se arriverà al successo aiuterà con un piccolo atto delle categorie deboli.

Se inoltre alcuni player tecnologici vogliano da subito integrare questa icona nella loro offerta siamo disposti a promuoverli come sostenitori inserendo il loro marchio/logo sul sito ufficiale dell'iniziativa.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 20:57
3 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

Sketchin lancia il suo corporate blog

Era da un po' nell'aria e all'interno fremevamo nel farlo, ora finalmente è nato il blog ufficiale del team di sketchin.

L'idea è quella di avere un luogo in cui presenteremo la vita quotidiana, le riflessioni e le attività che formano il cuore di un team che si occupa di progettazione.

È nostra idea comune che con questo blog diffonderemo sempre di più la cultura del design in questo fantastico mondo del web.

Per buona educazione abbiamo deciso di iniziare presentandoci... dunque salve :)

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 08:56
1 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

2 dicembre 2007

Netwo incontra il Mobile (1.0 e 2.0)

Venerdì con il gruppo Netwo abbiamo incontrato diversi attori del mondo della telefonia e dell'internet mobile affrontando i temi caldi del momento che spaziano dai VAS, alla strategia con l'entrata di elementi/attori come iPhone, Android e OVI, alle reti e MVNO e tanto altro. Un sunto completo dell'incontro l'ha dato in trasparenza Nicola che ha dato anche un'ottimo punto di vista sulle posizioni prese dai vari operatori.

Detto questo io ero andato all'incontro con una domanda ben precisa in testa a cui ho ricevuto una risposta secca e precisa: "data la possibilità nell'est del mondo di farmi progettare e costruire un telefono cellulare con hardware e design dedicato a meno di 25 dollari per 100'000 pezzi, data la disponibilità futura di sistemi operativi per cellulari aperti e progettati per offrire servizi online come Android, data la possibilità di aprire MVNO in tutto il mondo, ipoteticamente entro 5 anni con un' budget relativamente medio (un paio di milioni) potrò offire sul mercato un mio servizio di telefonia mobile con dei miei cellulari personalizzati e un'sistema operativo con integrati servizi mobile 2.0?" risposta SI

lascio a voi le riflessioni per il futuro ;)


All'incontro anno partecipato Lorenzo Viscanti, Wikio; Dario Denni, segretario generale dell’Aiip; Elizabeth Anne Mikulis, responsabile dei rapporti con gli operatori mobili di Yahoo!; Francesco Romeo, business development del portale Libero; Io :); Marco Martemucci, imprenditore e fondatore di Dixero; David Casalini, responsabile delle community web e mobile di Zero9; Stefano Vitta, country manager di Fon; Andrey Golub, esperto di social network, fondatore di Milanin e community manager di Spock.com; Alessandro Morelli, si occupa di Mvno; Alex, Wikio; Ivan, Nimboo; Filippo Boscarino, responsabile dei rapporti con i content provider per i-Mode di Wind; Alessadro Galetto, product development manager dei terminali di Tre; Tommaso Sorchiotti, docente di comunicazione e consulente; Alfredo Morresi, programmatore; Luca Mearelli, informatico e co-fondatore di CableWorks; Marco Casartelli, rappresentante di Vipera. Nel pomeriggio arriverà anche Nevio Boscariol di Wind.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 11:59
2 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima

Le applicazioni 2008 di Google



Molti di noi sanno che Google nell'ultimo anno ha operato una serie di aquisizioni che spaziano dal mondo dei tool per la cooperazione a sistemi e servizi per cellulari su cui chiaramente nei vari mesi si sono perseguiti una serie di annunci e speculazioni sui vari rilasci.

Tra questi uno dei più attesi era l'annuncio dell'avvenuta integrazione di JotSpot con la nascita di Google Wiki che ad un certo punto, anche secondo fonti semi-ufficiali, sembrava imminente ma che poi si è perso.

Stamani però la mia attenzione è stata attirata da un post su Google Operating System che riportava una presentazione di Scott Johnston, uno dei dirigenti di JotSpot, dove sono stati presentati alcuni dettagli sul futuro di Google.

Di fatto i punti emersi sul futuro di Google sono:
  • Uscirà Google Sites che di fatto andrà a sostituire Google Page Creator con gli strumenti di JotSpot che tra l'altro andranno ad arricchire anche la suite Docs attraverso strumenti di collaborazione, project management, tracking, TO-DO, Bug reporting, ecc...
  • Uno dei piani di Google è quello di riuscire ad offrire strumenti che di fatto permettano agli utenti finali di costruirsi una loro intranet/extranet (a tal proposito guardate tra l'altro Momo la intranet di Google). Con questo passo vi è un'entrata praticamente palese nel mondo dell'enterprise 2.0 in piena opposizione ad altri player come Microsoft e IBM.
  • Tutti gli strumenti applicativi di Google verranno migliorati in particolar modo sul fronte del funzionare off-line, dunque Google Gears verrà applicato in massa, con però anche un ulteriore miglioramento algoritmico dato dalla necessità di sincronizzare documenti editati in modo collaborativo ma versionati in modo asincrono.
  • Probabilmente nascerà o il fantomatico servizio di Google Disk oppure un altro strumento collaborativo per caricare o storare ogni tipo di file... o magari entrambi :)
  • Integrare GrandCentral è una delle priorità di Google però non avverrà tanto presto
  • Da altre fonti si apprende poi che anche Postini avrà una qualche forma di integrazione l'anno prossimo ma non ci sono dettagli più precisi in merito
La carne al fuoco è molta e anche molto attraente, aspettiamo e vediamo.

postato da Luca Mascaro Il mio stato su skype alle 11:22
0 Commenti View blog reactions Sphere: Related Content

Torna in cima



Resta aggiornato!

Rimani sempre aggiornato su questo blog tramite i Feed RSS

Cosa sono e come posso usarli i feed rss?

oppure resta aggiornato tramite mail

Inserisci il tuo indirizzo email:

Servizio offerto da FeedBurner



follow lucamascaro at http://twitter.com